Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Incontro con il Gabriele Gailli.

Questa non è semplicemente una recitazione meccanica di un mantra scelto a caso.

La scienza del mantra si basa sulla comprensione delle vibrazioni sonore che sono principalmente centrate nelle varie stazioni della kundalini e non possono essere afferrate senza adeguata iniziazione.

Lo scopo ultimo del japa è entrare nel silenzio supremo.

Si assorbe prima il livello articolato della parola (vaikhari) nel livello mentale (madhyama). Nel silenzio si entra nel regno di pashyanti, la vibrazione della rivelazione, in modo tale da diventare il canale per la rivelazione.

Da lì si entra nel supremo assorbimento, nel Para, il trascendente, che è la conoscenza che esiste nel Principio Divino. Praticare il mantra con la consapevolezza del flusso del respiro.

  • Praticare il mantra mentre si svolgono compiti quotidiani come cucinare o leggere o scrivere.
  • Ascoltare il proprio mantra nella mente o nel chakra anahata.
  • Praticare il mantra con la respirazione sumeru.
  • Portare il mantra nel silenzio della mente, e osservarlo emergere di nuovo da quel silenzio.

Sabato 28 gennaio alle ore 10:00 presso Centro sportivo La Salle, via di Santa Prisca 7, Roma.

Portare tappetino e telo per coprirsi e se serve un cuscinetto.

 

E’ richieta la prenotazione tramite questa scheda:

    per favore indicate un indirizzo email e/o un numero di telefono per essere ricontattati:

    per favore confermate di aver letto e approvato la nostra Informativa sul Trattamento Dati.

     

    Per maggiori dettagli, contattaci ai nostri recapiti.